“Aiuto, mi sta violentando”: giovane aggredita all’alba mentre va al lavoro

Si stava recando al lavoro, era domenica mattina poco prima delle sei, quando una giovane è stata aggredita in strada

Torino – Ad avvicinarla, un ragazzo straniero che bloccandola, ha tentato di avere un rapporto sessuale

La giovane, prontamente fuggita, è stata inseguita. Afferrata la borsetta, l’uomo è riuscito ad impossessarsi del portafogli. Raggiunta nuovamente dopo una prima fuga, è stata strattonata e palpeggiata.

A questo punto la ragazza fa finta di acconsentire: stratagemma per prendere tempo. Dicendo all’aggressore di avere vergogna a farlo così in mezzo alla strada, lo invita in un giardino nelle vicinanze.

Nel frattempo, fortuna vuole che una volante stesse passando proprio in quel momento. La vittima riesce a divincolarsi e chiedere aiuto quasi gettandosi sotto l’auto: “Aiuto, aiuto, mi sta violentando!”

Gli agenti, prontamente intervenuti, sono riusciti a fermare lo straniero, un ventitreenne di origini nigeriane.

Condotto negli uffici della Squadra Volante, il giovane si è lanciato contro i poliziotti che lo hanno quindi arrestato non solo per violenza sessuale e rapina ma anche per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche