Vigliano piange l’ex comandante dei carabinieri morto a Codogno per coronavirus

Vigliano piange l’ex comandante dei carabinieri morto a Codogno per coronavirus

A Vigliano se lo ricordano ancora in molti l’allora maresciallo maggiore dei carabinieri Giovanni Ghessa, che per anni ha comandato la stazione locale.

Giovanni, scrive Mauro Zola su la Stampa “era andato in congedo nel 2008 con il grado di luogotenente, era rimasto a Codogno, sede del suo ultimo comando, è morto ieri a 75 anni per l’infezione da coronavirus“.

“Carabiniere per 45 anni, decorato con la croce di bronzo al merito, era già stato colpito da un grave lutto quando il figlio, dopo il giuramento da sottufficiale dei carabinieri era rimasto vittima di un incidente stradale.

Anche dopo essere uscito dall’Arma aveva continuato a impegnarsi nel sociale, da vicepresidente della sezione di Lodi dell’associazione combattenti e reduci”