Condividi

945107_10153046846040724_1006100386_nEra accusato della mancata cattura nel 1995 del boss. Assolto anche il colonnello Mauro Obinu.

Il Tribunale di Palermo ha assolto il generale dei carabinieri Mario Mori. Era accusato di non avere catturato, ad ottobre del ’95 il boss Bernardo Provenzano consentendogli, così, di rimanere latitante.

I giudici hanno assolto anche il coimputato di Mori, il colonnello Mauro Obinu. Per entrambi l’accusa era favoreggiamento aggravato alla mafia. La formula assolutoria è stata: “perché il fatto non costituisce reato”.

I giudici di Palermo hanno trasmesso gli atti alla Procura perché valuti le posizioni dei suoi principali accusatori: Massimo Ciancimino e Michele Riccio.

“Siamo amareggiati. Adesso si tratta di capire i punti di vista di chi, come il Tribunale, ha analizzato le carte. In tutti i processi si può vincere e si può perdere ma sono importanti le motivazioni”. Così il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi, pubblica accusa insieme al pm Nino Di Matteo, ha commentato l’assoluzione del generale dei carabinieri Mario Mori e del colonnello Mauro Obinu dall’accusa di favoreggiamento aggravato alla mafia. (ANSA)


www.sostenitori.info

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteDanni collaterali (seconda parte)
Prossimo articoloAssolti Mori e Obinu: "Noi sapevamo". Sconfitto il teorema.