Condividi

La cagnolona Golden Retriever è stata colpita da una brutta malattia che adesso se l’è portata via. A dare la notizia è stato Fabrizio, il suo fedele amico e conduttore umano. Salvò una bambina dall’annegamento: è morta Margot, il cane da salvataggio delle spiagge maremmane. Da Follonica a Cecina, per tanti anni si è presa cura dei bagnanti. Faceva anche pet therapy per carcerati, anziani e bambini. Ne parla il sito IlGiunco.net

«Margot, cane da salvataggio di 12 anni, non c’è più» a farlo sapere la sezione di Follonica del nucleo cinofilo società nazionale di salvamento. «Una brutta malattia lo ha portata via agli affetti del suo “collega” Fabrizio – dice la nota della società – e dei volontari della sezione follonichese della società nazionale di salvamento. Margot era una golden retriver da salvataggio, che per un decennio ha prestato servizio sulle spiagge che vanno da Cecina a Castiglione della Pescaia, portando a termine svariati salvataggi di cui uno proprio a Follonica alcuni anni fa, quando una bambina di 9 anni stava rischiando di annegare nelle acque del Golfo». «Ma Margot non si è fatta apprezzare soltanto sulle spiagge, perché lei era un cane “speciale” – prosegue la nota -da qualche tempo infatti, aveva anche ottenuto l’abilitazione per gli interventi di pet therapy che svolgeva sempre con grande gioia nelle carceri, nelle strutture per anziani e nelle scuole. Aveva inoltre partecipato a manifestazioni sportive di salvataggio di rilievo nazionale, portando sempre a casa risultati eccellenti». Il Consiglio Direttivo e tutti i soci volontari della sezione di Follonica ringraziano Margot per il servizio svolto negli anni a favore della comunità: «Adesso vai Margot vai e nuota felice tra il candore delle nuvole».

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePezzi di calcestruzzo giù da viadotto Autofiori, presenti Carabinieri, Vigili del Fuoco e il Sindaco
Prossimo articoloDagli sport olimpici alla 'Lambo' passando per il pullman azzurro: tutti insieme per il Sabato della “Solidarietà sotto tiro”

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.