Gran Bretagna: il rapinatore tradito dal pigiama

SOS1308339Londra, 20 ottobre 2013 – La moda dell’autoscatto, a volte, può giocare brutti scherzi. Lo sa bene il britannico Terry Sullivan che recentemente è stato arrestato assieme a 3 complici per aver portato a termine negli scorsi anni diverse rapine a mano armata nelle contee del Kent e del Sussex. A inchiodarlo sono state alcune foto presenti sul suo telefonino in cui il criminale ha immortalato se stesso mentre indossa un pigiama blu sul quale sono disegnate alcune pecorelle bianche. Peccato che con lo stesso pigiama, il ventiquattrenne avesse compiuto svariate rapine e per questo è stato velocemente ribattezzato dalla Rete il «rapinatore più stupido d’Inghilterra».

COLPI – I colpi della gang sono avvenuti tra novembre del 2011 e maggio 2012. I quattro criminali, armati di pistole e coltelli, hanno assaltato diversi negozi e portato via denaro, sigarette e gratta e vinci. Le telecamere a circuito chiuso di alcuni shop hanno registrato i momenti delle rapine, ma i criminali, indossando passamontagna, non sono stati immediatamente identificati. Tuttavia il pigiama con le pecorelle ha stimolato la fantasia degli inquirenti che dopo lunghe ricerche sono riusciti ad arrivare a Sullivan. Nel momento in cui hanno analizzato le foto presenti sul suo telefonino, hanno capito che stavano sulla strada giusta. Più tardi hanno anche trovato una foto di un complice di Sullivan che, in passamontagna, brandiva minaccioso una pistola. Adesso il ventiquattrenne e il resto della gang sono stati arrestati e la sentenza della Corte è prevista per il mese prossimo.

NARCISISMO – Il sergente Andy Nicoll ha spiegato al sito d’informazione Kent Online che gli autoscatti di Sullivan sono stati determinanti per inchiodare la gang: «I crimini portato avanti da questi quattro uomini sono stati violenti e spesso la gang ha terrorizzato le vittime – spiega l’agente – Nonostante abbiano mostrato scaltrezza giuridica, alcuni di loro si sono traditi con le loro stesse mani, facendo errori banali come registrare sui loro telefonini alcuni autoscatti compromettenti. Non so se questo è un comportamento narcisistico. So solo che è stata la loro rovina». (corriere.it)

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche