Condividi

Due agenti sono rimasti ustionati e intossicati nel tentativo di spegnere le fiamme

Milano – Un giovane egiziano si è dato fuoco in strada ieri pomeriggio intorno alle 16, all’angolo fra viale Zara e via Laurana. Sono stati i cittadini del posto a segnalare l’emergenza, descrivendo una persona sdraiata in carreggiata con una tanica di liquido infiammabile a fianco.

Quando gli agenti della polizia locale si sono avvicinati, l’uomo si è dato fuoco.

Due agenti hanno cercato di spegnere le fiamme: ci sono riusciti solo grazie all’intervento di una donna, che ha recuperato un estintore e lo ha consegnato agli agenti, rimasti lievemente ustionati e intossicati nel tentativo di spegnere le fiamme.

Leggi anche:  Vive con la badante nella casa popolare ma non lo comunica: 90enne cacciato dall'ufficio decadenza

Il giovane, classe ’89 – spiega Repubblica – è stato portato in codice rosso all’ospedale Niguarda.

 

Milano, giovane si dà fuoco in strada davanti a una pattuglia della polizia: è in codice rosso

 

E’ un ex dipendente di una macelleria di via Ala, due giorni fa si era presentato dai suoi ex datori di lavoro andando in escandescenza e danneggiando le vetrine del negozio per poi fuggire all’arrivo della polizia.

Oggi si è ripresentato al negozio con la tanica di benzina e ha minacciato di bruciare tutto, cospargendosi il corpo con il liquido. Poi è fuggito, raggiungendo viale Zara dove ha messo in atto il suo folle intento.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMafia, duro colpo al "clan dei Casamonica": 31 arresti, 6 ricercati
Prossimo articoloPensionati, la fuga di massa dall'Italia per una vita in paradiso. La pacchia: zero tasse e mare da sogno