Condividi

I sindaci dei Comuni francesi di Saorge, La Brigue e Breil sur Roya, in val Roya, nell’entroterra di Ventimiglia, hanno esposto il tricolore italiano accanto a quello francese: una dimostrazione di amicizia nei confronti dei colleghi di Cuneo, Imperia e altri Comuni che, a loro volta, hanno esposto il vessillo francese

Dell’episodio parla il sito CUNEODICE: “a Cuneo il vessillo d’oltralpe resta esposto in una vetrina dell’Urp, accompagnato da un breve scritto di colui che è anche presidente della Provincia che giustifica il gesto come risposta al ritiro dell’ambasciatore francese in seguito all’incontro del vicepremier Luigi Di Maio con i leader dei Gilet Gialli. Il passo indietro era scaturito su invito della Prefettura, in quanto l’azione risulta contraria a un regolamento dell’ordinamento giuridico in vigore. Il dietrofront è stato empirico e non ideologico, come spiegato a più riprese dallo stesso Borgna.

Nelle ore successive però i drappi francesi cominciarono a comparire sui balconi dell’Università di Torino e del Comune di Imperia, e oltralpe, sul mairie di Barcellonette compariva il tricolore italiano. Ora la nuova azione dei sindaci della valle Roya: lo ‘sbandieramento’ continua e non sembra volersi fermare”

Il sindaco di Nizza Christian Estrosi – spiega invece La Stampa – avrebbe annunciato per venerdì, alle 12, un raduno transfrontaliero nella propria città, allo scopo di distendere gli animi: “Nulla potrà macchiare le nostre relazioni, la nostra amicizia”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteColpo dei Carabinieri: sequestrati un quintale di droga e armi
Prossimo articoloPoliziotto uccide due rapinatori e ne ferisce uno: "non avevo altra scelta che sparare, ho visto la morte in faccia" Per lui arriva l'archiviazione