Condividi

Bombe carta contro i poliziotti: la denuncia di Italia Celere

Torino 22.02.2018 – Corteo Antifascisti
ItaliaCelereFlash/0011/2018

Queste dure e DOLOROSISSIME immagini si riferiscono agli scontri di ieri….il risultato della scellerata violenza degli “antifascisti” sul corpo di un Collega Celerino del Reparto Mobile di Torino.

Il nostro Collega ci ha dato l’ok per la divulgazione, unici nostro scopo è MOSTRARE AL MONDO CIVILE QUELLO CHE STA ACCADENDO.

I media tentano di nascondere e prendere sotto gamba, le Istituzioni non si pronunciano perché in ballo c’è il Mercato Elettorale ma la Polizia continua a fare da Scudo e Cuscinetto Sociale di fronte ai giochetti da destra/sinistra che coprono solo interessi di partito.

Ma quel cuscinetto sociale è fatto di Uomini in carne ed ossa!!! Noi siamo vicini al collega che ha dimostrato coraggio immolandosi per UN’ITALIA che se ne frega degli Uomini in Divisa.

Il nostro voto va alla POLIZIA ed è un voto di Amore, Fedeltà, Dignità e Trasparenza.
Ma noi non siamo il giochetto di questi imbecilli impuniti che si nascondono dietro un passamontagna ed uno striscione.

Lo scontro si è alzato a livelli gravi e pericolosi….lo diciamo dal 2011 noi, dalla Val di Susa. Chi parla ora sta solo strumentalizzando.

Scenderemo anche noi in piazza ma con le nostre famiglie come abbiamo già fatto l’11 ottobre scorso….NOI SIAMO LO STATO, NOI SIAMO LA VERA ITALIA.

Andrea Cecchini Italia Celere”

*(IMMAGINI IN FONDO ALL’ARTICOLO)

 

Manifestazione a Torino, agenti colpiti da

 

 bombe carta con schegge di metallo.

Torino. Sei agenti di polizia feriti e due giovani manifestanti fermati sono il bilancio di quasi due ore di guerriglia ieri sera a Torino

scatenata dai partecipanti al corteo antifascista promosso per protestare contro un’iniziativa elettorale di Casapound a cui è intervenuto anche il leader del movimento, Simone Di Stefano.

A ferire i rappresentanti delle forze dell’ordine il fitto lancio di petardi e bombe carta imbottite di schegge di metallo e legno da parte di alcuni manifestanti appartenenti all’area antagonista.

Diverse schegge metalliche sono state rinvenute al termine della manifestazione conficcate nelle protezioni indossate dagli agenti.

Il corteo, partito poco le 19 da piazza Carlo Felice, ha tentato un primo sfondamento del cordone posto a protezione dell’albergo dove Casapound aveva promosso l’iniziativa un’ora più tardi ma è stato respinto dalle forze dell’ordine con l’uso di idranti.

 

La pagina Facebook Italia Celere ha pubblicato alcune foto molto pesanti

L'immagine può contenere: una o più persone

L'immagine può contenere: cibo

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

L'immagine può contenere: una o più persone

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNotte di scontri, botte e bombe carta contro Casa Pound a Torino I violenti dei centri sociali di nuovo in azione
Prossimo articolo"Aumento di 35 euro sulla bolletta della luce", la bufala su WhatsApp