Condividi

Un sostenitore del ministro degli Interni è stato ripreso da un giornalista tedesco in piazza Bra, a Verona, durante la seconda giornata del Congresso delle famiglie. Prima ha gridato ”Salvini uno di noi” facendo il saluto romano, poi ha mostrato il fondoschiena a un gruppo di poliziotti, tra cui c’era anche una agente in borghese. ”Stai al posto tuo”, gli ha intimato la donna, mentre l’uomo ha continuato ad insultarla

Una lunga ricostruzione viene fornita da VeronaSera, che vi vinvitiamo a consultare: “Un unico episodio di tensione, tutto sommato ben gestito, isolato e senza gravi conseguenze, si è verificato tuttavia nella scorsa giornata proprio dinanzi al palazzo della Gran Guardia. Un signore accompagnato da un paio di amici e da quello che presumibilmente era il suo cane, un pit bull bianco, ha iniziato ad un certo punto a cantare “Salvini uno di noi, Salvini uno di noi”, per poi voltarsi e fare gesti non del tutto consoni ad uno spazio pubblico . Nel video che ormai da qualche ora sta circolando in rete, si vede ad un certo punto avvicinarsi all’uomo una dirigente donna della digos di Verona, la quale con fermezza e tranquillità chiede all’esagitato fan di Salvini di “restare al suo posto”

L’indomani, il giovane autore della piazzata è stato rintracciato ed intervistato dal quotidiano L’Arena e in un video, bello e patinato, il ragazzo ha rivolto le proprie scuse alla poliziotta veronese, un pubblico ufficiale per l’appunto, alla quale aveva tra l’altro urlato «cogliona» dopo averla invitata ad arrestarlo per poi prendersela pure con il cameraman di una tv straniera: «Mi scuso con la dirigente della digos, – ha dichiarato il giovane – non è un comportamento da me»”

Sono arrivate poi le scuse del giovane all’agente: GUARDA IL VIDEO

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteVerona, il giovane che ha insultato la poliziotta: "Chiedo scusa all'agente e alle persone che conosco, non è da me"
Prossimo articoloGenova. Giovane ucciso durante TSO. Gli agenti: "quanti appartenenti alle forze dell’ordine devono ancora morire, perché non si metta sempre in dubbio il loro diritto di difendersi?"