Condividi

È una situazione surreale quella denunciata oggi da La Nazione. A Livorno i poliziotti sono costretti a sborsare di tasca propria i soldi che servono per coprire le spese di missione per per rimpatriare gli immigrati irregolari.

“Immigrazione: per la sicurezza dei cittadini livornesi o pagano i poliziotti o gli stranieri irregolari rintracciati restano liberi di circolare sul territorio”.

Livorno – È questa la denuncia del segretario provinciale del Siulp Angela Bona, che spiega: “Per espellere gli stranieri irregolari i poliziotti hanno pagato di tasca loro le spese di missione anche se l’amministrazione (in questo caso il ministero degli Interni) deve corrispondere agli agenti un anticipo. Ma a fine anno i soldi non ci sono mai perché il bilancio viene chiuso intorno a Natale”.

“Nel primo caso il clandestino è stato accompagnato al Cie di Trapani con volo di linea pagato dal ministero, ma i due agenti hanno dovuto anticipare le spese e il sostentamento dello straniero. Al rientro hanno avuto il rimborso”.

Poi il secondo episodio: “Durante i controlli in piazza Garibaldi, uno dei quartieri più critici di Livorno per la criminalità  è stato individuato un clandestino. Abbiamo avvertito l’ufficio immigrazione che ha dato disposizioni affinché l’uomo venisse accompagnato in un centro di identificazione. In molti casi si tratta di persone che commettono reati dettati dalla disperazione. Figuriamoci se si ripresentano in questura. Scappano in altre città sperando di non essere presi”.

“Non ne possiamo più, qualcuno si deve assumere le proprie responsabilità. Noi vogliamo sapere come dobbiamo comportarci”.

Il questore di Livorno, Lorenzo Suraci, assicura che farà chiarezza.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteReddito di cittadinanza, inizia la fase due: da adesso chi non lavorerà perderà l'assegno
Prossimo articoloSondaggio condotto negli Stati Uniti: "L'Iran? Si trova in Puglia"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.