Condividi

“In considerazione dell’importanza di questi dispositivi volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni – aggiunge la nota del ministero – sono allo studio modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto ed incrementare le relative risorse”.

“Nessun trionfalismo per le piccole vite perse durante questo iter lungo e complesso, ma soddisfazione per l’atto conclusivo di un provvedimento che vede anni di strenue battaglie da parte nostra”, dice Deborah Bergamini, di Forza Italia, vicepresidente della Commissione Trasporti alla Camera. “Mai più bambini dimenticati in auto. La ministra ha dato il via libera a una norma di civiltà”, è il commento unanime del Pd.

Obiettivo della normativa, dunque, è salvare più vite possibili, alla luce dei tristi fatti di cronaca. A parte il caso più recente di Catania, dal 1998 in Italia sono state nove le morti di bambini dimenticati in auto, con un tragico copione che si è ripetuto ogni volta. Genitori che dimenticano i bimbi pensando di averli già portati all’asilo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIncidente mortale con auto di servizio: 'ergastolo della patente' a un maresciallo dell'Arma
Prossimo articoloMorto Beppe Bigazzi, star de La prova del cuoco

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.