Noodles da piscina per far rispettare le distanze sociali, l’idea del barista piace a tutti

Un caffè in Germania ha celebrato la sua grande riapertura ai clienti dopo il blocco distribuendo noodles da piscina per mantenere le distanze sociali.

Sabato scorso i proprietari del Cafe Rothe di Schwerin sono stati autorizzati a riaprire le loro porte ai visitatori dopo la revoca delle restrizioni al coronavirus.

Così i clienti, invece di usare segni sul pavimento e schermi in plexiglas per tenere separate le persone, i proprietari del caffè hanno distribuito cappelli di paglia con due coloratissimi noodles da nuoto attaccati in cima.

Per l’occasione, il proprietario Jaqueline Rothe ha pubblicato una foto sulla pagina Facebook del bar che mostra i clienti seduti ai tavoli con il loro nuovo copricapo.

“Oggi è così: misurazione della distanza”, ha scritto nella didascalia.

Il proprietario ha detto alla CNN che numerosi clienti si sono riversati al bar per godersi un caffè, una torta o una birra al sole.

“Questo è stato il metodo perfetto per distanziare i clienti – e divertente”, ha spiegato, spiegando che la società televisiva locale RTL, che stava filmando la riapertura di caffè e ristoranti, ha avuto l’idea.

Il caffè e la pasticceria di solito hanno 36 tavoli all’interno e 20 all’esterno nei periodi più caldi, ha spiegato il proprietario.

“Ma con le nuove misure igieniche e di distanziamento sociale abbiamo solo 12 tavoli all’interno e solo otto tavoli all’esterno”, ha detto, aggiungendo che prima del coronavirus i loro tavoli sarebbero distanti circa 80 cm (31,5 pollici).

Durante lo spegnimento il bar è rimasto aperto ma non è stato in grado di servire i clienti all’interno. Ora sta usando meno della metà della sua capienza.

“Vedremo cosa aspettarci quando la Germania si aprirà ulteriormente, più persone potranno viaggiare e avremo più turisti in arrivo nelle prossime settimane, lo prenderemo come viene”.

La Germania ha revocato alcune restrizioni al coronavirus dopo che il cancelliere Merkel ha dichiarato che il paese era fuori dalla prima fase della pandemia.

Tuttavia, la Merkel ha avvertito che la Germania rischia un nuovo picco di infezioni se le persone smetteranno di aderire alle misure di allontanamento fisico.

La Germania ha registrato oltre 174.400 casi di coronavirus e 7.884 morti, secondo gli ultimi dati raccolti dalla Johns Hopkins University.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, in spiaggia nelle cupole in bamboo e separati dalle corde: le nuove proposte dopo il plexiglass