Condividi

Bussoleno, anno 2013. Ricordate quella famosa (e fastidiosa) foto della NoTav in atteggiamenti di avances nei confronti di un poliziotto, durante un corteo NoTav? Vi rinfreschiamo la memoria: era il Novembre 2013, un periodo roseo per il movimento NoTav che mediaticamente poteva vantare ancora numerose simpatie, al contrario delle Forze dell’Ordine la cui presenza in valle era certo vista come sospetta, eccessiva. Una foto che, come spesso accade, decontestualizzata sorprese migliaia di utenti, facendo pensare quasi ad un gesto di distensione e dando il via ad una serie di interpretazioni fantasiose che oggi verrebbero definite “buoniste”. Tutto ciò, almeno fino a quando la stessa protagonista non intervenne su Facebook prima e alla trasmissione La Zanzara a spiegare i motivi del gesto, tutto fuorchè benevoli

È sempre molto divertente – scrisse allora su facebook – vedere come vengono reinterpretate le foto. La ragazza in questione sono io, e se vi interessa, non avevo nessuna voglia di manganello, nessuna pulsione frustrata: stavo pigliando per il culo una schiera di poliziotti antisommossa che ci impedivano la strada” rincarando poi la dose: “Nessun messaggio di pace, anzi, questi porci schifosi li appenderei solo a testa in giù, dopo quello che è successo a Marta, compagna molestata e picchiata. Quindi – concluse la No Tav – con buona pace dei pacifisti yuppie e cristianotti, sì, sono contraria alle forze dell’ordine, sì lo stavo sfottendo alla grande, sì, il fotografo è stato fortunato…“. (testimonianza tratta da repubblica.it)

E ancora, raggiunta dal quotidiano repubblica a specifiche domande rispose così:

Quel bacio, non voleva essere un gesto pacifista?
“Macché. Ho cercato di provocare questo ragazzo con le modalità di una sex worker, una prostituta insomma. So quali siano le regole d’ingaggio delle forze dell’ordine e ci ho giocato: so bene che non possono reagire alle provocazioni. Non mi sono limitata a baciarlo come si è visto in foto, insomma: gli ho detto delle cose per vedere se reagiva, ma lui è rimasto immobile. Gli ho anche leccato la visiera, mi sono bagnata le dita e ho toccato le sue labbra”.

E quale sarebbe il significato di tutto ciò?
“Il mio era un gesto di spregio verso le forze dell’ordine. Volevo che quel poliziotto si ricordasse quello che è successo a Marta di Pisa: lo scorso luglio è stata molestata e picchiata senza nessuna conseguenza per gli agenti”.

“Ho capito subito che era una provocazione e mi sono comportato come da regolamento. Nessun turbamento” disse allora il poliziotto coinvolto, Salvo Piccione, allora 25enne alle prime esperienze in Polizia, in forza al Reparto Mobile di Torino, oggi in servizio presso le Volanti nella Questura di Siracusa. E proprio a Siracusa, per quell’oramai antica vicenda è stato premiato negli scorsi giorni, durante il 167esimo anniversario della fondazione della polizia di stato. Lo riporta il sito SiracusaNews. Per lui un encomio solenne con la motivazione “nel corso di un servizio di ordine pubblico connesso ad una manifestazione No-Tav, sebbene venisse fatto oggetto di avances da parte di una giovane donna, manteneva un atteggiamento deontologicamente irreprensibile, facendola desistere ed allontanandola da sé con estrema professionalità”. Meglio tardi che mai..

 

Promozioni, encomi 2019

Promozione per merito straordinario

U.P.G.S.P. – Squadra Nautica Siracusa

Assistente Capo Francesco Minardi , promosso a vice sovraintendente

“Libero dal servizio, si accorgeva che un soggetto costringeva una persona a consegnargli una banconota appena prelevata da uno sportello bancomat e, dopo essersi qualificato, dapprima ingaggiava una violenta colluttazione con il malvivente, quindi lo inseguiva fino all’autovettura a bordo della quale era salito per guadagnare la fuga, riuscendo con mossa fulminea a sfilare le chiavi dal quadro di accensione, bloccandolo e traendolo in arresto”
Siracusa, 16 luglio 2015

Encomio solenne

 Commissariato di Augusta

I dirigente  Giancarlo Consoli 

“Dirigeva una complessa operazione di polizia giudiziaria sfociata nell’arresto in flagranza di 4 individui, ritenuti responsabili di tentato furto aggravato di uno sportello bancomat e di danneggiamento”.
Santa Maria di Licodia (CT), 25 dicembre 2015

——————————————————————————

Commissariato Lentini

Vice Questore Marco Maria Dell’Arte
Sostituto commissario coordinatore Giovanni Di Bartolo  
Vice ispettore Claudio Stuto
Vice sovrintendente  Sebastiano Breci
Ass. C. Coord. Alfredo Caniglia
Ass. C. Coord. Francesco Costanzo
Ass. C. Coord. Salvatore Salerno
Ass. C. Gianluca Caia Encomio
Ass. Sebastiano Carlo Arcifa Encomio

” Partecipavano ad una complessa operazione di polizia giudiziaria conclusasi con l’esecuzione di un provvedimento restrittivo a carico di diciassette indagati. gravemente indiziati, in concorso, di rapine in danno di anziani, sequestro di persona ed estorsione”.
Lentini (SR), 27 aprile 2016

——————————————————————————

Polizia stradale – distaccamento di Lentini

Ass. C. Giancarlo Vinci

“Interveniva in soccorso di una persona anziana rimasta in panne con il proprio autoveicolo all’interno di una galleria autostradale e di un collega rimasto coinvolto in un grave incidente causato contestualmente da un autoarticolato “.
Siracusa, 25 luglio 2015

—————————————————————————

UPGSP

Ag. Scelto Salvatore Piccione

” Nel corso di un servizio di ordine pubblico connesso ad una manifestazione No-Tav, sebbene venisse fatto oggetto di avances da parte di una giovane donna, manteneva un atteggiamento deontologicamente irreprensibile, facendola desistere ed allontanandola da sé con estrema professionalità “.
Susa (TO), 16 novembre 2013
Encomio


Squadra Mobile

Commissario Vincenzo Bonanno
Ass. C. Coord. Cristiano Assenza
Ass. C. Coord. Sebastiano Petruzzello
Ass. C. Rosaria D’Angelo

” Partecipavano ad un’operazione di polizia giudiziaria culminata nell’arresto in flagranza di un insegnante, responsabile di prostituzione minorile ed atti sessuali con minorenni”.
Augusta (SR),4 giugno 2015

—————————————————————————–
Squadra Mobile

Ispettore Sup. Fabrizio Fratantonio > PS Priolo G.

< Partecipava ad indagini di polizia giudiziaria culminate con l’arresto di trenta persone, ritenute responsabili di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti >
Siracusa, 16 novembre 2005

Commissariato Priolo Gargallo

Sov. C. Gaetano Cavallaro

” Assicurava alla giustizia due giovani, indiziati di aver compiuto una serie di rapine a mano armata”.
Siracusa, 29 luglio 2012

Commissariato Priolo Gargallo 
Ass. C. Francesco Blancato
Ass. C. Alessandro La Fauci

” Partecipavano ad una laboriosa attività investigativa che si concludeva con il deferimento all’A. G. di cinque soggetti, responsabili dei reati di abuso d’ufficio e corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio “.
Priolo Gargallo (SR), 1 dicembre 2015

U.P.G.S.P.

Ass. C. Domenico Aiello
Ass. C. Giuseppe Laudari

“Si distinguevano in un intervento di soccorso pubblico in favore di un uomo con intenti suicidi”.
Siracusa, 13 giugno 2016

U.P.G.S.P.

Ass. C. Giuseppe Murè

” Partecipava ad un’indagine di p.g. conclusa con l’arresto in flagranza di reato di due persone, responsabili di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti “.
Niscemi (CL), 18 marzo 2015

LODE

Commissariato di Avola
V.Q.A. . Fabio Aurilio
Isp. C. Giuseppina De Luca
V. Sov. Corrado Costa
Ass. C. Sebastiano Casto

“Partecipavano ad un’indagine di polizia giudiziaria conclusasi con l’arresto di tre soggetti, resisi responsabili di coltivazione e produzione, a fini di spaccio, di sostanze stupefacenti, con sequestro finale di 13.500 piante di marijuana”.
Avola (SR), 8 giugno 2016

Commissariato di Pachino

Sost.Comm.Coord. Massimo Aruta
V. Isp. Giorgio Sgandurra

” Espletavano un’attività investigativa che si concludeva con l’arresto di un soggetto, responsabile di rapina ai danni di un esercizio commerciale”.
Pachino (SR), 9 aprile 2016

Commissariato di Lentini

Sost.Comm.Coord. Giovanni Di Bartolo
V. Sov. Maurizio Cirnigliaro
Ass. C. Coord. Giovanni Bruccone

” Espletavano un’attività investigativa che consentiva di rinvenire una piantagione di cannabis indica per un peso complessivo di kg. 580 circa “.
Lentini (SR), 2 ottobre 2016

Commissariato Noto 

V. Isp. Salvatore Lupo
Ass. C. coord. Carmelo Mazzeo

“Partecipavano ad un’attività investigativa che consentiva di assicurare alla giustizia due individui, responsabili di coltivazione di sostanza stupefacente e di sequestrare 59 piante di marijuana”.
Noto (SR), 5 luglio 2016

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteRissa in strada a Ferrara, Matteo Salvini "Cacciare subito i balordi"
Prossimo articoloFermato dai Carabinieri, gli chiedono le generalità e lui risponde con un rutto. Arrestato

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.