Il Questore di Torino: “Abbiamo sgomberato un covo di sovversivi, l’Asilo era la loro base e non un semplice centro sociale”

“L’Asilo di via Alessandria non era un normale centro sociale, ma la base di una cellula sovversiva di un gruppo di anarco-insurrezionalisti sociali che propugna la sovversione dell’ordine democratico partendo dalla protesta di piazza”. Così il questore di Torino Francesco Messina, all’indomani degli scontri al corteo dell’area antagonista. “L’Asilo – aggiunge Messina – era il loro covo. Si tratta di un gruppo che ha esercitato per anni un controllo militare nel quartiere Aurora”.

“Tre giorni fa abbiamo proceduto a sei provvedimenti di custodia cautelare in carcere a carico di una cellula sovversiva e abbiamo individuato le responsabilità di questa componente torinese per ben ventuno attentati compiuti con l’invio di plichi esplosivi e l’apposizioni di ordigni incendiari. Una delle basi operative era l’asilo occupato. Che è stato sgomberato su una richiesta della procura di Torino che risale al luglio 2018”

“C’è un momento in cui lo Stato deve reagire. Lo sgombero non nasce da un’ordinanza della città, ma un provvedimento della Procura contro un gruppo di delinquenti sovversivi. Ieri proprio la solidarietà dimostrata in piazza non ci ha aiutato. Abbiamo lavorato per evitare i minori danni possibili alla più variegata partecipazione al corteo. Senza mai abusare nell’uso della forza. Abbiamo a che fare con gente che crede di poter commettere violenza nell’impunità. Abbiamo identificato 215 persone e proseguiremo nelle indagini per incriminare e far pagare, come è giusto che sia, chi ha commesso reati”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche