Condividi

Ora è ufficiale: il taser sarà la nuova arma delle Forze dell’ordine. La pistola elettrica, usata come deterrente dalle Polizie a livello internazionale, sarà tra le dotazioni standard agli agenti italiani.

IL VERTICE AL VIMINALE

La questione è stata esaminata ieri pomeriggio al Viminale in occasione del Comitato Nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, a cui hanno partecipato i vertici nazionali delle Forze di Polizia e dell’intelligence tricolore.

LA SPERIMENTAZIONE

E la decisione, dunque, è stata presa: dal 5 settembre 2018, data di inizio della sperimentazione, la pistola elettrica, data in dotazione alle polizie di dodici città (Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Brindisi, Genova) dello Stivale, è stata utilizzata 60 volte in totale: 46 volte dal personale della Polizia di Stato, 11 dai militari dell’Arma dei Carabinieri e 3 dalle Fiamme Gialle della Guardia di Finanza.

In 47 casi gli interventi si sono risolti con la semplice estrazione dell’arma o con l’attivazione del cosiddetto “warning arc“, mentre nei restanti 13 il soggetto violento e pericoloso è stato infatti colpito con i dardi.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteChicago, trovata morta 19enne incinta scomparsa: "Le hanno strappato il bimbo"
Prossimo articoloL'addio della madre a Gioele, morto a 22 anni in moto: "Mi sorrideva anche mentre moriva"

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.