Condividi

Le critiche però non si sono fatte attendere. Duro, come previsto, il Pd locale con Andrea Zanoni

il quale ha etichettato l’esito del voto regionale sulla reintroduzione della Naja come “un provvedimento inutile per l’educazione dei giovani e una mossa di pura propaganda”.

“Nelle scorse ore abbiamo partecipato a una seduta inutile” ha commentato Zanoni “per approvare un provvedimento che, quasi sicuramente, non vedrà mai la luce in Parlamento.

Il ritorno della naja obbligatoria non lo vuole nessuno: né i giovani né le loro famiglie né i militari”.

Diversa l’idea del vicepresidente regionale Giorgetti ripreso ancora una volta da TrevisoToday:

“un periodo di servizio obbligatorio, militare o civile, contribuirà a sviluppare un rinnovato senso di appartenenza alla Nazione

ed una educazione al dovere e al servizio che in una società che qualcuno intende come di soli diritti, come attualmente già accade, non avrebbero senso di esistere”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteMassimo Boldi operato al cuore: "L'ho scampata grossa"
Prossimo articoloTenta di investire un poliziotto: agente costretto a sparare