Condividi

Lainate – Ben quattordici agenti per fermare un uomo. E’ questo l’intervento assurdo – e pericoloso – che ha visto coinvolta la polizia stradale di Busto Arsizio

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, un 41enne, marocchino regolare residente a Motta Visconti, lo scorso Martedì, attorno alle 2 di notte avrebbe tentato di decapitare un agente, danneggiato due auto della stradale e seminato il panico lungo l’autostrada A8

Arrivato all’altezza di Lainate – racconta il Corriere – l’uomo è stato fermato da una pattuglia della polizia perché procedeva a zig-zag. L’uomo, con un precedente per guida in stato d’ebbrezza nel 2001, ha rifiutato di sottoporsi all’alcoltest.

Subito sono scattati il sequestro dell’auto e la cancellazione di 20 punti dalla sua patente. Il marocchino non ha retto alla vista della sua auto agganciata al carro attrezzi: ha aperto il portabagagli, e dopo aver impugnato la scimitarra si è lanciato contro i poliziotti.

I primi a cadere sotto i suoi fendenti sono stati i lampeggianti blu e i fanali dell’auto della stradale. L’aggressore, non contento si è poi avventato contro una seconda vettura della polizia mandando in frantumi il parabrezza e tentando di decapitare un agente con un colpo di scimitarra.

Il poliziotto ha evitato il fendente per un soffio ma è stato ferito a una mano. Prima di essere arrestato il marocchino ha picchiato un secondo agente e ha tentato la fuga scappando tra le auto costringendo la stradale a chiudere il tratto di autostrada per circa 30 minuti, ora dovrà rispondere tra l’altro di tentato omicidio.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNapoli, detenuto tenta la fuga, il poliziotto precipita nel vuoto: paura per un agente
Prossimo articoloTumore al polmone non operabile, approvato farmaco che agisce su sistema immunitario