Perugia, in fuga 23 richiedenti asilo. A Taranto oltre 20 migranti scappano dall’hotspot

Erano sottoposti a quarantena per precauzione ma si sono allontanati dalla struttura

Succede a Gualdo Cattaneo, in provincia di Perugia, dove erano ospiti come richiedenti asilo.

I tunisini, circa 25, erano stati sottoposti in Sicilia a test sierologico risultando tutti negativi. Inoltre a Taranto più di 20 migranti sono fuggiti dall’hotspot.

Alcuni dei fuggitivi di Perugia sono già stati ritrovati e riaccompagnati nel centro di accoglienza. Rischiano una multa per violata quarantena.

Del loro arrivo parla il sindaco della località Enrico Valentini “Ma io sono stato avvisato soltanto la mattina stessa, via mail” spiegando  che “l’ente locale è escluso completamente dalle scelte in tema di migranti, mentre deve fare parte del processo, questo è l’importante”.

Forza Italia ha annunciato una interrogazione urgente

“Il ministro dell’Interno – spiega Fiammetta Modena, senatrice di Forza Italia – non dovrà solo spiegare per quali ragioni ha deciso di mandare 25 migranti a Gualdo Cattaneo, comune umbro che ha avuto un numero alto di contagi in una frazione e che per quindici giorni è stato zona rossa. Ci dovrà spiegare perché non ha pensato a un raccordo con il sindaco”, ma soprattutto “ci dovrà dire dove sono finiti 23 migranti scomparsi”.

“Il governo che ha imposto un durissimo lockdown agli italiani avrebbe il dovere, per rispetto dei sacrifici imposti ai cittadini, di riservare ai migranti almeno lo stesso trattamento. Invece ogni giorno si registrano continue fughe dalla quarantena, che mettono a rischio la sicurezza pubblica. Una gestione insomma dissennata”, ha invece detto Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche