Incubo tetano: grave bimba non vaccinata

MALATTIA ANTICA
Se il sospetto fosse confermato saremmo in presenza di una malattia infettiva nota a tutti eppure sovente sottovalutata, quindi attuale, provocata dalla tossina prodotta da un batterio: il Clostridium tetani. Era già conosciuta dagli antichi greci ma soltanto nella seconda metà dell’Ottocento due ricercatori patologi italiani, Antonio Carle e Giorgio Rattone, entrambi al lavoro presso l’Università di Torino, ne scoprirono l’origine infettiva.

VACCINO OBBLIGATORIO
Il tetano, anche questo è o dovrebbe essere di dominio pubblico, non è contagioso: la porta dell’infezione è rappresentata da tagli o ferite, anche minime, contaminate dalle spore del batterio. Quanto ai sintomi – contrazioni e convulsioni, cioè paralisi spastica – sono quelli che hanno fortemente insospettito i medici del Regina. Il vaccino contro il tetano rientra tra i dieci antidoti classificati come obbligatori per la frequenza scolastica dal decreto Lorenzin, in fase di applicazione. Una malattia antica, si diceva, ma tuttora presente in Italia: e meno rara di quanto ci si aspetterebbe.

La Stampa

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche