Condividi

Napoli – Sparatoria a Giugliano a ridosso della zona di Ponte Riccio. Gli spari tra militari della guardia di finanza e alcune persone di etnia rom. I fatti intorno aaklla scorsa notte a pochi passi dai campi accanto alla zona Asi. Le fiamme gialle hanno arrestato due persone. La dinamica dei fatti è in parte stata ricostruita dal quotidiano Repubblica la quale ha spiegato che un equipaggio intento ad effetturare un controllo del territorio a bordo di un’auto civetta avrebbe notato un furgoncino sospetto con a bordo 4 persone fermatosi in zona Varcaturo. Uno dei quattro ladri è sceso dalla vettura e si sarebbe avvicinato a un’auto parcheggiata, spaccando il finestrino con la punta di un trapano. L’uomo avrebbe quindi afferrato uno zaino ma sarebbe stato preso dai finanzieri.

A quel punto gli altri due ladri rimasti a bordo del furgoncino avrebberp afferrato il complice strappandolo dalla presa dei militari, mentre il ladro alla guida avrebbe acceso il motore speronando l’auto civetta delle fiamme gialle. Sarebbe quindi scattato così l’inseguimento e, nella fuga, i ladri avrebberp esploso colpi di pistola contro i militari che avrebbero risposto al fuoco mirando alle gomme. Secondo le notizie giunte, nessuno sarebbe rimasto ferito.

I ladri avrebbero poi abbandonato il furgoncino e sarebberp scappati a piedi verso il campo rom di ponte Riccio ma i militari soarebbero comunque riusciti ad arrestare due componenti della banda: hanno 38 e 27 anni denunciati per resistenza, tentato omicidio e furto aggravato. Sequestrata l’attrezzatura per lo scasso. Uno dei due arrestati è stato denunciato anche per immigrazione clandestina, era sprovvisto di documenti.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePer l'Arma dei Carabinieri arriva la Toyota Yaris ibrida: consegnate le chiavi della prima di 250 vetture
Prossimo articoloAddio a Tommy, il cucciolone eroe del terremoto dell'Aquila: aveva salvato tre vite umane dalle macerie

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.