Condividi

Un uomo al pronto soccorso con un piede amputato e la circolazione ferroviaria in tilt. È l’epilogo di un inseguimento tra carabinieri e un gruppo di nordafricani nato vicino alla stazione ferroviaria di San Zenone al Lambro nel pomeriggio di domenica 30 dicembre e conclusosi sui binari dell’alta velocità. Lo riporta MILANOTODAY

Tutto è accaduto intorno alle 15.30 quando i militari, come riferito dal comando provinciale di Milano, si sono avvicinati per un controllo a un gruppo di nordafricani che si trovavano nei pressi dello scalo ferroviario. Uno di loro, un marocchino di 34 anni, stando a quanto riferito dagli investigatori, è scappato sui binari. Durante la fuga si è intrufolato sui binari dell’alta velocità dove ha impattato lateralmente con un Frecciarossa della linea Milano-Bologna; un urto che lo ha sbalzato di diversi metri sulla massicciata ferroviaria e che gli ha causato l’amputazione del piede destro.

I militari hanno subito fermato l’emorragia con le cinture e hanno chiamato i soccorritori. Sul posto è intervenuto il 118 con un’ambulanza e un’automedica e l’uomo è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Vizzolo in codice giallo e successivamente all’Humanitas di Rozzano. Secondo quanto trapelato le sue condizioni sarebbero gravi ma non sarebbe in pericolo di vita.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteResta intrappolato nell'auto in fiamme: papà di quattro bambini muore carbonizzato
Prossimo articolo"Non esistono fuochi 'sicuri', neanche le 'stelline": i consigli del Colonnello Burri "Usa la testa"