Condividi

Aveva esclamato “che azienda di m…” e per questo era stato licenziato.

Protagonista un agente di sicurezza privato. L’esclamazione era stata dovuta ad alcuni malfunzionamenti: secondo quanto raccontato, non riusciva a farsi dare il CUD e dunque, rivolgendosi al centralino ed in presenza di altre persone, la fatidica frase che gli era costato il posto

Adesso la sentenza della cassazione che esclude che l’uomo fosse da licenziare in quanto “il lavoratore non è obbligato a stimare il datore di lavoro”.

In sintesi, questo sarebbe il motivo della Cassazione poichè, secondo gli ermellini, occorre controllare se tra gli obblighi del dipendente, nel contratto firmato, sia doveroso e ribadito il concetto di “stima” nei confronti del datore, prima di licenziare una persona in momentaneo stato di rabbia e difficoltà.

Sull’episodio si era già espressa favorevolmente al lavoratore anche la Corte d’Appello di roma. Anche in questo caso il tribunale si era detto contrariato ed illegittimo al licenziamento della guardia giurata in quanto “l’espressione utilizzata non appariva suscettibile di arrecare pregiudizio all’organizzazione aziendale in quanto del tutto priva di attribuzioni specifiche e manifestamente disonorevoli tali da determinare il venir meno, ragionevolmente, del rapporto fiduciario o di essere lesiva del decoro dell’impresa pur avendo tale espressione usata travalicato i limiti della correttezza”.

L’uomo non sarà comunque reintegrato

Il lavoratore non verrà però reimpiegato poichè, in seguito alla riforma Fornero, è previsto ‘solo’ un indennizzo risarcitorio – sentenza 12786

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteAssolto con formula piena il Colonnello dei Carabinieri Luciano Zarbano: era stato accusato di abuso d'ufficio
Prossimo articoloEsercito, è allarme giovani. Il Generale "non sono più abituati alla disciplina"