Condividi

SOS1305999Roma, 27 luglio 2013 – Con l’avvento del periodo estivo ed il conseguente parziale e progressivo svuotamento della città, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio da parte degli uomini della Questura, per prevenire i furti, tra cui quelli in abitazione.
I risultati non si sono fatti attendere.

Due romeni, due georgiani ed un macedone sono finiti in manette nelle ultime ore, “pizzicati” in flagrante dagli agenti mentre erano intenti nei loro “lavori” al Tuscolano, al Casilino ed a S. Basilio.

I primi due arresti sono stati effettuati nella notte di venerdì. Dei rumori sospetti hanno allertato dei vicini di casa dell’appartamento oggetto delle attenzioni dei ladri, un’abitazione in via Cartagine, al Tuscolano.
Immediata è partita la segnalazione al 113, ed altrettanto immediato è stato l’intervento di una pattuglia del Commissariato di zona. I poliziotti hanno sorpreso sul fatto due georgiani, che per tentare di fuggire hanno ingaggiato una colluttazione con i due poliziotti, al termine della quale sono stati arrestati. Indosso sono stati loro ritrovati orologi ed oggetti di valore appena asportati, oltre a vari arnesi utilizzati per scassinare la serratura. Dai successivi accertamenti effettuati è emerso che già nello scorso mese di giugno i due erano stati “pizzicati” in una situazione analoga. Al termine, sono stati arrestati per rapina impropria e possesso di arnesi atti allo scasso. Gli agenti intervenuti sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari, che li hanno medicati e refertati con alcuni giorni di prognosi.

Nella serata di ieri, invece, i poliziotti sono intervenuti in via Pietro Romano, al Casilino. A mettere sull’avviso alcuni condomini, una luce scorta all’interno di un’appartamento i cui proprietari sono al momento in vacanza. Due equipaggi della Polizia, del Commissariato Casilino e Torpignattara, giunti a seguito della segnalazione, sono arrivati giusto in tempo per notare quattro persone che cercavano di dileguarsi. Due sono state bloccate ed identificate per S.G. e C.N., di 41 e 24 anni, entrambi romeni. Dai successivi accertamenti è emerso che i due, che hanno numerosi pregiudizi di Polizia, si erano introdotti all’interno forzando una serranda ed una porta finestra. Condotti presso il Commissariato Casilino, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

L’ultimo arresto, nella tarda serata di ieri, a S. Basilio. Anche in tal caso determinate è risultata la collaborazione dei cittadini, che hanno segnalato al 113 di aver scorto alcune persone arrampicate al secondo piano dello stabile. Una pattuglia del Reparto Volanti è arrivata sul posto ed ha notato una persona sdraiata, al buio, sul prato. A tradire il ladro il led del cellulare, che ha permesso ai poliziotti di individuarlo. Vistosi scoperto l’uomo ha provato a fuggire ma è stato subito bloccato. L’uomo, D.S., macedone di 35 anni, è stato condotto presso il Commissariato di zona ed arrestato per furto aggravato.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGdf sequestra 22mila prodotti pericolosi. Denunciati negozianti cinesi, merce distrutta
Prossimo articoloMilano, a 20 anni dalla strage di via Palestro, ricorda cinque "vittime di una strage mafiosa"