Condividi

Hanno rimosso un tumore renale, esteso fino al cuore, senza dover tagliare il torace, in un paziente di 77 anni. L’intervento chirurgico, effettuato in un ospedale di Padova, è una “prima mondiale”, come ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia, che ha parlato di un “anno di successi della sanità veneta” definendo l’intervento “un viatico di progresso scientifico non solo per il 2019, ma per gli anni a venire”.

L’eccezionale intervento, durato dodici ore, è stato portato a termine da 28 professionisti, cardiochirurghi, chirurghi epatobiliari, cardioanestesisti, perfusionisti e infermieri, che hanno operato con successo il malato utilizzando una innovativa tecnica mininvasiva.

“Il nuovo anno – aggiunge Zaia – si aprirà con una nuova frontiera varcata e altre, ne sono certo, lo saranno in futuro, perché la caratteristica di questi straordinari professionisti, oltre alle ben note capacità cliniche e chirurgiche, è quella di non arrendersi mai, cercando giorno dopo giorno qualcosa in più del giorno prima per aiutare i malati, più o meno gravi essi siano. Sono il simbolo della parola d’ordine di tutta la sanità veneta: mai fermarsi, aggredire le difficoltà gettando in campo il 101%, non esiste la parola resa, almeno fino a che madre natura non decide di prendere il sopravvento sulle capacità dell’uomo”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteNapoli. Pioggia di petardi contro un'ambulanza: soccorritori costretti a scappare
Prossimo articoloCasa in fiamme nella notte, poliziotto perde la vita: ex scorta Falcone e Borsellino