Condividi

Prima ha suonato alla caserma dei carabinieri chiedendo gli venisse aperta la porta, poi ha avvertito di dovere uccidere tutti i militari presenti. Infine, di fronte alla porta sbarrata, ha scelto di scavalcare il cancello puntando il militare in servizio che è stato costretto a sparargli.

Protagonista della vicenda è V.R. un 52enne di Castelvetrano, disoccupato e già noto alle forze di polizia. L’uomo è stato fermato con l’accusa di minaccia aggravata a pubblico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale e ingresso arbitrario in luoghi ove l’accesso è vietato nell’interesse militare dello Stato.

“Poco dopo la mezzanotte- scrive newsicilia.it – l’uomo era di passaggio nella zona della sede della compagnia carabinieri di Castelvetrano, alla guida della propria auto e, a causa della forte velocità alla quale procedeva, alternando brusche frenate e frequenti sgommate, ha attirato l’attenzione di un militare in servizio e di alcuni passanti. Successivamente si è recato davanti al cancello principale d’ingresso della caserma, in via Vittorio Veneto e, dopo aver insistentemente suonato al citofono, ha minacciato di morte il carabiniere, intimandogli di aprire subito il cancello perché doveva sparare a tutti i suoi colleghi”

Una volta scavalcato, vista la gravità della situazione, un militare d’ingresso ha esploso un colpo di arma da fuoco dalla sua pistola d’ordinanza. V.R. è stato ferito leggermente all’addome e bloccato da altri militari nel frattempo sopraggiunti ma, nonostante questo, ha continuato a colpire i Carabinieri, minacciando di morte tutti i presenti.

Secondo i quotidiani GDS e Newsicilia, l’uomo già in passato aveva aggredito ben cinque carabinieri durante le fasi di un precedente arresto. La foto è stata pubblicata dal sito meridionews

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePavia, nasce la pista ciclabile che si illumina di notte e si ricarica di giorno con il sole
Prossimo articoloAereo in difficoltà scarica 80 tonnellate di carburante nel Mar Ligure, a 70 km a largo di Genova. La Capitaneria "nessuna traccia oleosa in mare"