Isis, l’allarme degli 007 israeliani: “Via da Sharm el-Sheikh, alto rischio attentati”

L’anti-terrorismo israeliano fa scattare l’allerta e chiede il rientro a Tel Aviv dei suoi cittadini: “Seria minaccia dell’Isis”

Torna la paura nei centri turistici del Nord Africa. La minaccia è sempre la stessa: un attacco jihadista nei villaggi frequentati dai turisti.

Dopo gli attacchi a Sousse e al Museo del Bardo in Tunisia, nel mirino dei terroristi potrebbe essere tornata Sharm El Sheik. A rivelarlo è l’antiterrorismo israeliano.

Tel Aviv ha ha avvisato i suoi cittadini di lasciare immediatamente tutti i resort della località egiziana di Sharm el-Sheikh e dell’area del Mar Rosso per l’alto rischio di attentati da parte dell’Isis. Secondo gli organismi anti-terrorismo di Tel Aviv, “esiste un serio e attuale rischio che attentati siano condotti contro i turisti, in particolare israeliani, nell’immediato futuro”, per questo è necessario che “tutti facciano rientro in patria e che chi abbia previsto un viaggio nella zona lo cancelli”. Lo stesso capo dell’anti-terrorismo d’Israele, Eitan Ben-David, ha detto: “Non gridiamo al lupo, siamo convinti che la minaccia sia seria”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche