Condividi

L’anti-terrorismo israeliano fa scattare l’allerta e chiede il rientro a Tel Aviv dei suoi cittadini: “Seria minaccia dell’Isis”

Torna la paura nei centri turistici del Nord Africa. La minaccia è sempre la stessa: un attacco jihadista nei villaggi frequentati dai turisti.

Dopo gli attacchi a Sousse e al Museo del Bardo in Tunisia, nel mirino dei terroristi potrebbe essere tornata Sharm El Sheik. A rivelarlo è l’antiterrorismo israeliano.

Tel Aviv ha ha avvisato i suoi cittadini di lasciare immediatamente tutti i resort della località egiziana di Sharm el-Sheikh e dell’area del Mar Rosso per l’alto rischio di attentati da parte dell’Isis. Secondo gli organismi anti-terrorismo di Tel Aviv, “esiste un serio e attuale rischio che attentati siano condotti contro i turisti, in particolare israeliani, nell’immediato futuro”, per questo è necessario che “tutti facciano rientro in patria e che chi abbia previsto un viaggio nella zona lo cancelli”. Lo stesso capo dell’anti-terrorismo d’Israele, Eitan Ben-David, ha detto: “Non gridiamo al lupo, siamo convinti che la minaccia sia seria”.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLavoro, in arrivo il concorso Vigili del Fuoco per 1.700 assunzioni
Prossimo articoloI 10 cibi che ci aiutano con la stanchezza primaverile