L’Isis sui social: ‘il prossimo obiettivo è l’Italia’

Rafforzare le misure di sicurezza anche in piazza del Campidoglio, per esempio ipotizzando di interdire l’accesso alla piazza alle auto a noleggio, in molte occasioni dei van con vetri oscurati. L’idea sarebbe quella di vietare l’accesso dalla strada che sale da via della Consolazione. Si derogherebbe solo al trasporto dei disabili. La conferma del piano sicurezza tutt’ora vigente a Roma con il rafforzamento del presidi nei luoghi considerati più sensibili. Inoltre una ‘stretta’ con controlli maggiori su veicoli come camion e ncc. Questa, a quanto si apprende, una delle decisioni che sarebbe emersa oggi dal comitato per l’ordine e la sicurezza riunitosi in Prefettura dopo l’attentato di Barcellona.

Punto della situazione e valutazione delle eventuali misure aggiuntive sulla base delle indicazioni del Viminale e delle forze dell’ordine per garantire più sicurezza a Firenze. E’ l’attività svolta oggi dal Comitato provinciale per la sicurezza a Firenze dopo l’attentato a Barcellona. Già nei prossimi, ha spiegato al termine il sindaco Dario Nardella, il Comune fornirà “la mappatura esatta di tutte le delimitazioni delle aree sia nel centro che fuori, come dissuasori mobili e catene, per valutare se sono sufficienti o se devono essere migliorate o rafforzate”. Il Comitato ha anche valutato il rafforzamento dei militari nei luoghi sensibili (progetto Strade sicure), ipotesi di cui il sindaco si è detto “molto soddisfatto”.