L’Italia piange i due poliziotti Nicoletta e Pietro: “Sono morti per tutti noi”

La città piange i due poliziotti Nicoletta e Pietro: “Sono morti per tutti noi”

Una tragedia che ha colpito tutta la città, accorsa in Duomo per porgere l’ultimo saluto a due persone che, proprio per difendere la sicurezza di Ravenna e dei suoi abitanti, hanno dato la vita. Mercoledì mattina, in una piazza Duomo strapiena, tutta la città ha reso omaggio a Nicoletta Missiroli e Pietro Pezzi, i due poliziotti morti sabato notte in un tragico incidente mentre erano in servizio.

Nicoletta aveva 54 anni ed è entrata nel corpo di polizia nel 1988, mentre il giovane Pietro, che avrebbe compiuto 30 anni il 27 settembre, lavorava in polizia dal 2015.

I feretri dei due poliziotti, vicini l’uno all’altro fino all’ultimo, sono stati trasportati dentro la Cattedrale dai colleghi in lacrime, che hanno sorretto le bare avvolte dalla bandiera italiana sfilando tra due schiere di poliziotti e facendosi spazio tra le centinaia di amici, parenti e colleghi, tra cui il capo della Polizia Franco Gabrielli, il questore Rosario Eugenio Russo e il sindaco Michele de Pascale, insieme a tutte le altre autorità.



Potrebbero interessarti anche