Condividi

Italiani infuriati con il Governo: è stato scoperto tutto poco fa. Un vero “doppio gioco”

Le parole di Gentiloni, “proveremo a correggere le norme che saranno oggetto del referendum”, spiegano la posizione del governo. L’obiettivo è quello di far decadere o ‘svuotare’ i quesiti

C’è l’impegno a “correggere nei prossimi giorni le norme che saranno oggetto del referendum”. Con queste parole all’assemblea dei deputati Pd il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, scopre le carte del governo che, solo poche ore fa, ha fissato la data del referendum su voucher e appalti ma è già al lavoro per evitare la consultazione, anche se la convinzione è che comunque il quorum non sarebbe raggiunto.

L’idea è quella di approvare provvedimenti in tempo utile, magari anche con decreto, per far decadere i quesiti. L’accordo raggiunto finora in Parlamento limiterebbe l’uso dei voucher solo a famiglie, imprese senza dipendenti e studi professionali, con un tetto massimo annuale. In pratica, introdurrebbe il divieto all’uso dei buoni per le grandi aziende.

Sul lavoro agricolo, però, la relatrice ha già annunciato modifiche in arrivo, e anche sul tema dei disabili. Anche se il testo sarà approvato, però, secondo la Cgil, il referendum non dovrebbe saltare.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteFrancesco, studente, è scomparso: l'appello dei familiari | Aiutiamoli: condividiamo tutti
Prossimo articoloInfezione per quattro pazienti in clinica oculistica: sala operatoria chiusa