Condividi

E’ prigioniero in Siria da sette mesi, si sente abbandonato e chiede in un video di essere salvato. Lo implora. Si tratta di un italiano, quasi dimenticato in patria: Sergio Zanotti, nato a Brescia, ostaggio in Siria da sette mesi. E non ci sarebbe solo il video a testimoniare questa atroce verità, ma anche altre prove riscontrate da investigatori e 007.
Zanotti era partito alcuni mesi fa ma le sue tracce si sono perse dopo l’arrivo in Turchi. Ora si sa perché.
A mostrare il video è il sito russo Newsfront. Nel filmato si vede l’uomo implorare aiuto dal governo, affinché lo liberi prima di una «eventuale esecuzione». Usa proprio queste, agghiaccianti, parole. L’Unità di crisi della Farnesina ha confermato che l’Italia sia a conoscenza del video da giorni.

Nel video l’uomo, barba e tunica bianca, è in ginocchio all’aperto in mezzo agli ulivi. Alle sue spalle un terrorista islamista, vestito di nero e con il volto coperto, gli sta puntando un fucile mitragliatore.  «Mi chiamo Sergio Zanotti – dice l’uomo con accento bresciano – e da sette mesi sono prigioniero qui in Siria. Prego il governo italiano di intervenire nei miei confronti prima di una mia eventuale esecuzione».
Gli investigatori hanno accertato che Zanotti effettivamente è partito dall’Italia per la Turchia alcuni mesi fa.
Lo stesso sito russo rivela che il responsabile dell’edizione inglese ha ricevuto un messaggio su Facebook da un profilo che riportava il nome di Almed Medì in cui era allegato il video in oggetto. L’autore del messaggio si sarebbe definito un jihadista siriano.
«Prima di uccidere qualcuno comunichiamo sempre con i media» ha scritto Almed Medì nel messaggio privato al giornalista dell’edizione inglese del sito russo Newsfront.

Riccardo Ghezzi
Roma, 30/11/2016

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa fantastica disfatta dei savianei
Prossimo articoloSuicidio capitano esercito: rinvio a giudizio per sei ufficiali