Condividi

Alla cerimonia, oltre alle istituzioni, ha partecipato anche il pronipote Nino Melito Petrosino che ha presentato un libro a lui dedicato. Visitata anche la camera dell’Hotel de France dove l’agente prima dell’assassinio

Deposta una corona di fiori nel luogo dove fu assassinato 108 anni fa il poliziotto italo-americano Joe Petrosino. Il sindaco Leoluca Orlando ha partecipato questa mattina alla seconda giornata del “Joe Petrosino Celebration 2017”, manifestazione commemorativa nei luoghi che “ospitarono” il celebre agente. L’evento, organizzato con il patrocino del Comune, è stato curato dall’Ersu Palermo e dall’associazione “Joe Petrosino Sicilia”.

Presenti stamattina anche Filomena Chiappardo, assessore alla Cultura del Comune di Padula (paese d’origine del poliziotto), il presidente di Ersu Alberto Firenze, Anna Maria Corradini e Nino Melito Petrosino, pronipote di Joe Petrosino che ha presentato un libro a lui dedicato. Nel corso della cerimonia è stata anche visitata la camera che Joe Petrosino occupava all’Hotel de France prima di essere assassinato (nella foto in basso).

“Come ogni anno – ha detto il primo cittadino – la città di Palermo ricorda Joe Petrosino e quest’anno lo fa con il coinvolgimento dell’Ersu. Petrosino è stato un migrante che ci ha fatto sentire orgogliosi di essere italiani a fronte di alcuni migranti che ci hanno fatto vergognare di essere siciliani e italiani”.

PalermoToday

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteDelinquenti brutalizzano i turisti, la vergogna di Roma in questi numeri (da horror)
Prossimo articoloCagnolino fa un volo di cento metri in un burrone: i vigili del fuoco lo salvano in elicottero