Condividi

Julen, il bimbo caduto in un pozzo profondo 110 metri nei dintorni di Malaga, ha tenuto tutto il mondo con il fiato sospeso e il padre, José Rosellò, ha raccontato di aver tentato invano di salvarlo subito dopo averlo visto precipitare nel vuoto: «Ho infilato il braccio fino alla spalla, appoggiando la testa per terra per raggiungerlo… Pensavo fosse più vicino. Ho sentito il pianto di mio figlio». Dopo il ritrovamento del corpo nella notte, cresce l’attesa per l’autopsia. Si cercherà di capire quando e come sia morto. Nel frattempo un delegato del governo andaluso ha dichiarato che il piccolo di due anni sarebbe precipitato fino a 71 metri in caduta libera, ma com’è finito là sotto? Per capire le dinamiche è necessario tornare a quel 13 gennaio.

Julen era con i genitori a Totalán, vicino Malaga, per un picnic. Insieme a loro anche una cugina, il suo fidanzato e la loro figlia. Domenica 13 gennaio alle 14.00 è caduto nel pozzo di 25 centimetri di diametro. Il padre di Julen, José Roselló, ha raccontato in un’intervista al giornale “Diario Sur” cos’è successo quel pomeriggio. Si trovavano in campagna, su un terreno di loro proprietà, dove quel giorno avrebbero iniziato dei lavori. «Stavo facendo la legna -spiega l’uomo – e mia moglie ha risposto al telefono per avvisare che non sarebbe andata al lavoro (un fast food di Malaga). Lei era con Julen e mi aveva chiesta di guardarlo mentre lei chiamava». Il bambino si è allontanato e nessuno se n’è accorto. A circa 10-15 metri di distanza la cugina ha iniziato a urlare: «Il bambino!», temendo che inciampasse. Lei e José sono corsi verso di lui, ma era troppo tardi: il piccolo è inciampato e caduto nel pozzo.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteBeccato dalla polizia: il pusher tradito dal pappagallo da guardia
Prossimo articoloSpagna. Hanno scavato persino con le mani: chi sono gli 8 angeli che hanno provato a salvare il bimbo nel pozzo