Condividi

piscina2

Figlia di immigrati del Mali, muore durante una festa di compleanno. Viveva a Piazzola sul Brenta

BOVOLENTA. Tra una festa e una tragedia a volte c’è la distanza – quasi impercettibile – percorsa dagli occhi che si voltano altrove. La distrazione di un attimo, lo sguardo che si lascia rapire. In quei pochi istanti si insinua l’irreparabile, che è condanna eterna al senso di colpa.
Country Club di Bovolenta, nove e un quarto di sera, ieri. C’è una festa di compleanno, trenta invitati circa. La piccola Tina – due anni e quattro mesi di curiosità e voglia di scoprire il mondo – si allontana, non vista, da papà e mamma, che un po’ sono distratti dalla serata e un po’ sono concentrati sulla sorellina più piccola, che ha poco più di un anno. Tina sparisce. E quando tutti all’improvviso la cercano, uno la trova nell’acqua della piscina, che è alta poco più di un metro e non dovrebbe costituire un pericolo ma è comunque troppo profonda per una bimba così piccola. Tina è già morta, sta a pancia in giù, la tirano fuori dall’acqua, due medici provano a rianimarla ed è uno strazio infinito per tutti, ma soprattutto per mamma Nana Traore e per papà Banouhoun Samake.

Incidente, tragica fatalità, stabiliscono in breve tempo i carabinieri di Piove di Sacco e il pubblico ministero di turno, intervenuti sul posto mentre il locale si svuota di amici increduli e addolorati. Non c’è colpa, non c’è responsabilità di nessuno. Non della struttura, che è un bel bed&breakfast, scelto da tanti – soprattutto d’estate e soprattutto per quella piscina – per celebrare feste private, matrimoni e altri piccoli e grandi eventi. Non dei genitori, cui si può solo imputare – appunto – la distrazione. E che hanno già la loro condanna, immediata.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl dedalo della giustizia indiana tiene sotto scacco i nostri marò
Prossimo articoloAutobomba in ristorante, 5 morti