“Code per le vacanza al mare”, l’indignazione sui social. Ma l’esito dei controlli dice altro

Lunga coda sulla Pontina da Roma verso il mare nella giornata di ieri.

Numerosi sono stati i post sui social, a denuncia di una situazione “riprovevole”. A creare le code però, non sarebbe stato un grande esodo di massa, ma i controlli che giustamente la Polizia Stradale ha messo in atto per tutta la giornata.

Controlli, va ricordato, per verificare le autocertificazioni delle tante auto in movimento dal centro città verso le località di mare. Il timore era che molte persone volessero ignorare gli appelli a restare a casa per trascorrere le festività pasquali nelle zone di mare.

Alla fine di ogni fila di auto, vi sarebbe stato un posto di blocco delle forze dell’ordine – polizia stradale e reparti mobili – intente a fermare le automobili per controllare le autocertificazioni e i documenti.

Solo lo 0,4% di sanzionati

I dati delle autorità – riferisce il sito nextquotidianocertificano una realtà molto diversa: ieri nella sola capitale sono stati effettuati 25 mila controlli. A fronte di questo numero imponente di fermati, solo 100 sono stati multati.

Ovvero lo 0,4% dei controllati In altri termini, le persone fermate avevano praticamente tutte un giustificato motivo per circolare.

 

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche