Condividi

Pechino e Unione Africana hanno firmato ad Addis Abeba un nuovo accordo per la realizzazione di infrastrutture e partnership industriali. L’obiettivo è integrare il trasporto aereo e ferroviario

A worker adjusts his hard hat at the National Arts Theatre stop of the light rail system under construction in Lagos

È stato definito l’accordo del secolo quello firmato il 27 gennaio ad Addis Abeba,capitale dell’Etiopia, tra Cina e Unione Africana (UA). Un grande progetto infrastrutturale che include la realizzazione di strade e autostrade, ferrovie e linee ad alta velocità, scali aerei e aeroporti. L’obiettivo è collegare le capitali africane e rispettare i punti fissati dall’Agenda 2063 (piano di iniziative socio-economiche da realizzare nei prossimi cinquant’anni) “per un continente africano unificato e prospero”, come ha avuto modo di ribadire il presidente di Commissione UA, Nkosazana Dlamini-Zuma.

Non sono stati ancora svelati dettagli relativi tanto al finanziamento del progetto quanto alla road map dei lavori. La soddisfazione tra i leader dell’Unione Africana è però massima, considerato che l’accordo raggiunto con la Cina rappresenta il più importante sul piano economico finora raggiunto dall’Organizzazione dei Paesi africani con partner commerciali esteri.

È ipotizzabile che la Cina si occuperà principalmente dei collegamenti aerei. Intervenuto alla cerimonia di apertura dei lavori fissati dall’Agenda 2063, il viceministro degli Esteri cinese, Zhang Ming, aveva puntato il dito contro questosettore, lamentando il fatto che per spostarsi da una capitale africana all’altra spesso bisogna fare scalo a Parigi o Londra.

Considerato che la Cina soprattutto negli ultimi anni la Cina si è aggiudicata diverse progetti infrastrutturali in Africa, tra cui la realizzazione di importanti tratte ferroviare (Addis Abeba-Gibuti, Nairobi-Mombasa e lungo la costa nigeriana), l’obiettivo a lungo termine di Pechino è lavorare su reti di mobilità integrate che connettano in maniera sempre più veloce le principali città del Continente.

2 Febbraio 2015

www.lookoutnews.it

A.P.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteScuola:da selfie a tweet, parole ora ammesse pure nei compiti
Prossimo articoloVerona, esplode un capannone: un morto e un ferito