Condividi

Le autorità turche inizieranno oggi le ricerche nel Consolato saudita a Istanbul nell’ambito delle indagini sulla scomparsa del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Lo riferisce il quotidiano filo-governativo turco Sabah citando fonti del ministero degli Esteri di Ankara. L’ispezione si svolgerà alla presenza contemporanea degli investigatori turchi e di quelli sauditi, giunti la scorsa settimana a Istanbul sulla base di un’intesa tra Ankara e Riad per la creazione di un “gruppo di lavoro congiunto”. I due Paesi, ha precisato il governo turco, svolgono comunque indagini separate. L’apertura delle porte del consolato era stata promessa dalle autorità saudite quasi una settimana fa.

La polizia turca “sta indagando seriamente” sull’ipotesi che il corpo del giornalista dissidente saudita Jamal Khashoggi, scomparso 13 giorni fa dopo l’ingresso nel consolato del suo Paese a Istanbul, sia stato sciolto nell’acido. Lo scrive il quotidiano Haberturk. Intanto, il re saudita Salman “nega qualsiasi conoscenza di cosa possa essere successo” a Khashoggi.

Lo ha detto Donald Trump riferendo della sua telefonata a Salman, il quale gli ha assicurato che “stanno lavorando strettamente con la Turchia per trovare una risposta”. Il presidente Usa ha poi annunciato che Il segretario di Stato Usa Mike Pompeo incontrerà il re.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteGiulia, muore di leucemia: la stessa malattia aveva stroncato la sorella
Prossimo articoloCalciatrice esclusa dalla squadra perché candidata con la Lega