Condividi

“Gallerie fatte con lo sputo, continuiamo così finché non ci scappano i morti”

Sono davvero inquietanti le intercettazioni – riportate oggi dal Corriere della Sera – che hanno convinto la Procura di Cuneo a chiedere ai colleghi di Nizza di disporre sequestro del nuovo tunnel a Colle di Tenda, anche sul versante francese: “Le gallerie sono fissate con lo sputo, qua se non muore qualcuno continuiamo a lavorare alla ca… di cane”.

I lavori per il raddoppio del traforo che costituisce il passaggio tra Limone Piemonte e la francese Tende sono stati bloccati. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, l’azienda aggiudicatrice dell’appalto era al corrente di come procedessero i lavori.

I dialoghi, riportati agli atti dell’inchiesta, sono tra l’ingegnere responsabile del cantiere e un suo dipendente. Ecco alcuni virgolettati riportati dal Corriere della Sera: “Guarda che la strada prima o poi si muove, e si spacca tutto”, “Il problema sai qual è? Sta cedendo da un lato”, “Deve essere il lato dove non abbiamo fatto la fondazione”. Nelle carte dell’inchiesta, citate dal Corriere, si legge:

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCaffè difende da cancro del fegato, 5 al dì dimezzano rischio
Prossimo articoloStatali, il bonus di 80 euro sotto i 26mila resta anche con l'aumento in busta