La ‘marcia su Roma’ dei forconi, aggiornamento minuto per minuto

forconi roma3Roma, 18 dicembre 2013 – Sono attesi oltre 300 mila forconi oggi a Roma dagli oltre duemila uomini delle forze dell’ordine. Due sono le manifestazioni nelle quali e’ previsto il ‘rischio tensione’: quella delle 15 a piazza del Popolo dove i 15mila del Movimento ‘9 dicembre’ chiederanno le dimissioni della classe politica attuale e quella delle 16,30 al quartiere Esquilino dove avanzera’ un lungo corteo di lotta per la casa che raggiungera’ piazza Indipendenza. Ecco di seguito l’aggiornamento Agi minuto per minuto della protesta.

11:16 – Pisa, tensione nella notte, stazione bloccata per 2 ore
Tensione nella notte alla stazione di Pisa centrale, quando una quarantina di persone, provenienti dalla Versilia e dirette a Roma per la manifestazione ha tentato di prendere un treno senza pagare il biglietto.
L’accesso al convoglio e’ stato loro impedito e il gruppo ha inscenato una vivace protesta ponendosi sui binari ed impedendo di fatto la partenza del treno. Immediato l’intervento e la mediazione della polizia. I manifestanti volevano salire sul treno, spiegando di essere disoccupati e in difficolta’, senza pagare il biglietto. Dopo circa due ore di paziente trattatativa la situazione e’ stata riportata alla normalita’ e la circolazione ferroviaria e’ tornata regolare.
10:18 – Lecce, due presidi sulle strade verso la citta’
Due presidi stradali, organizzati da rappresentanti del cosiddetto movimento dei forconi, sono in corso a Lecce. La prima interruzione della circolazione e’ avvenuta sulla statale Lecce-Maglie all’altezza del centro commerciale Leclerc, nel territorio di Cavallino, intorno alle 7,30, con la partecipazione di commercianti, artigiani e piccoli imprenditori, che hanno distribuito volantini agli automobilisti, invitandoli ad aggregarsi alla protesta.
Un’altra blocco e’ in corso nella parte finale della statale Brindisi-Lecce, all’ingresso della citta’, nei pressi dell’hotel Tiziano. In entrambi i casi la circolazione non e’ stata completamente bloccata ma sta subendo forti rallentamenti.
9:42 – Ferro non va a Roma e manifesta nel Ragusano
Il leader dei Forconi siciliani, Mariano Ferro, non prende parte alla manifestazione organzzata oggi a Roma dai capi della protesta di altre regioni. Ferro e’ rimasto in Sicilia, e ha promosso per le 11.30 una manifestazione a Modica (Ragusa).
9:32 – Pansa, ci confrontiamo con la sofferenza della gente
“Stiamo attraversando un periodo difficile e ci dobbiamo confrontare con una realta’ complessa”, nella quale “le citta’ sono scenario di molte proteste e la tutela dell’ordine pubblico si confronta con la sofferenza dei nostri concittadini”. Lo ha detto il capo della Polizia, Alessandro Pansa, intervenendo alla cerimonia conclusiva del 102esimo corso di formazione per commissari, che si e’ svolta alla Scuola superiore di Polizia di Roma. Riferendosi alle iniziative di protesta che si susseguono nel paese, Pansa ha sottolineato: “Dobbiamo rispettare le liberta’ di tutti quelli che vogliono manifestare e quelli che non devono vedere compressi i propri diritti”.
8:48 – Cancellieri, vigilare su infiltrazioni
Il momento che sta vivendo l’Italia “e’ molto delicato” e riguardo alle proteste del Forconi e in particolare al sit-in di oggi a Roma “bisogna vigilare che non ci siano infiltrazioni o strumentalizzazioni”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri intervenuta a ’24Mattino’ su Radio24. “E’ un momento molto complesso per il Paese – ha osservato il ministro – ma ho fiducia nella professionalita’ delle forze dell’ordine e anche nella consapevolezza della gente che scende in piazza sulla situazione di grande difficolta’ che stiamo vivendo”. (AGI)



Potrebbero interessarti anche