Condividi

La nave Aquarius il governo gialloverde aveva inaugurato la sua politica dei “porti chiusi” che ha in poche settimane fatto crollare il numero di arrivi nel nostro Paese. “Dopo due mesi in porto a Marsiglia senza riuscire a ottenere una bandiera, e mentre uomini, donne e bambini continuano a morire in mare, MSsf e Sos Méditerranée sono costrette a chiudere le attività della nave Aquarius“.

Lo dichiara Medici Senza Frontiere in una nota. Si legge di “una scelta dolorosa, ma purtroppo obbligata, che lascerà nel Mediterraneo più morti evitabili, senza alcun testimone. In un crescente clima di criminalizzazione dei migranti e di chi li aiuta, si perde di vista il principio stesso di umanità”, dice Claudia Lodesani di MSF. “Finché le persone continueranno a morire in mare o a subire atroci sofferenze in Libia, cercheremo nuovi modi per fornire loro l’assistenza umanitaria e le cure mediche di cui hanno disperatamente bisogno”, conclude.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLa Polizia Municipale passa alle armi "pesanti": una pistola-mitra
Prossimo articolo"Sono musulmana: vi dico perchè non dovete cancellare il Natale"