La patata è tossica? Facciamo chiarezza

Questo il dubbio dopo alcune voci sul suo possibile contenuto di sostanze tossiche. Coltura&Cultura ha cercato di fare chiarezza, spiegando che le intossicazioni dovute alle patate esistono e sono conosciute fin dalle antiche popolazioni degli altipiani delle Ande. Il modo per “difendersi” però è molto semplice: tenerle al buio.

Le patate esposte alla luce, infatti, dopo alcuni giorni iniziano a produrre germogli e radici e con essi anche alcuni glicoalcaloidi come la solanina, composti tossici che la pianta usa per difendersi da insetti e funghi.

In realtà la solanina è presente normalmente nella buccia, in particolare solo nel primo millimetro. Quando la patata germoglia, invece, si trova anche all’interno del tubero.