La SOSTANZA CANCEROGENA negli ASSORBENTI di noti marchi. ATTENZIONE A NON AVERNE IN CASA, ECCO DI QUALI SI TRATTA

Uno studio argentino getta un’ombra sulla produzione di prodotti per l’igiene femminile e sulle garze usate dagli ospedali

Attenzione agli assorbenti. L’allarme arriva dall’Argentina dove uno studio dell’Università nazionale di La Plata ha dimostrato come sull’85% dei prodotti per le donne – ma anche su garze e cotone per disinfettare – sia presente il glifosato, principio chimico del pesticida più venduto al mondo e ritenuto potenzialmente cancerogeno dall’Oms.

La ricerca, condotta da un team guidato da Damian Marino, è stata presentata la settimana scorsa. “Crediamo di usare prodotti sterili e invece sono contaminati da sostanze cancerogene”, dice il medico Medardo Avila Vazquez che ha partecipato allo studio, “Controllate che cosa contengono i prodotti che comprate”.

Lo studio ha esaminato un campione di prodotti provenienti da farmacie e supermercati della zona di La Plata e ha analizzato assorbenti di cotone, garze e tamponi interni. I risultati di tutti i prodotti commerciali ha rilevato il glifosato sull’85% dei prodotti e l’Ampa (un derivato) sul 64%. Quasi il 100% del cotone prodotto in Argentina è Ogm e il glifosato viene irrorato mentre il bozzolo di cotone è aperto, facendo sì che la sostanza si condensi nel prodotto. Il pesticida non è invece usato nei campi di cotone biologico.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche