La Svizzera chiude le frontiere di notte contro “i ladri italiani che vengono a rubare”

I sindaci dei comuni italiani limitrofi a questi valichi, però, lamentano di non essere stati avvisati ufficialmente dalle istituzioni svizzere. Quantomeno una comunicazione sarebbe stata effettivamente di cortesia.

Ma la decisione ormai è presa e attuata: e se la Pantani (nota anche per le sue posizioni fortemente anti-europeiste) e gli svizzeri “festeggiano”, bisognerà vedere a livello pratico se la misura servirà oppure no. Non è detto, infatti, che gli orari notturni siano quelli maggiormente utilizzati per i presunti malviventi che valicano la frontiera e non è nemmeno detto, ovviamente, che i furti nella zona di Chiasso da cui tutto ha tratto origine fossero comminati da cittadini italiani.

milanotoday