Piacenza, Carabinieri arrestati. L’annuncio dell’imminente terremoto con una telefonata

L’annuncio del terremoto, spiega il Corriere della Sera, è arrivato con la telefonata della procuratrice di Piacenza Grazia Pradella al comandante generale Giovanni Nistri

Piacenza. Sono oramai noti i fatti che hanno sconvolto la cittadina emiliana nelle scorse ore.

Le notizie sul terremoto imminente sono giunte al Comando Generale poche ore prima, lo racconta il Corriere della Sera. Una iniziativa giudiziaria così particolare, con il sequestro di una intera caserma, non si era mai visto in Italia.

Sei arresti e quattro persone ai domiciliari in tutto. Un vero e proprio sisma che ha scatenato un’amarezza difficile da paragonare anche ad altri momenti critici già vissuti.

“Un colpo al cuore”, lo ha definito il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Massimo Savo.

Ed è proprio dal sequestro della caserma che passa la dimensione dell’evento: un luogo di legalità, quello che dovrebbe definire e marcare chiaramente quella linea di confine tra ordine e caos, tramutato in luogo di non ritorno.

Negli episodi di Piacenza, a perdere non è solo l’Arma, ed i suoi appartenenti che ogni giorno si spendono al massimo delle loro possibilità, ma è l’Italia intera.

LEGGI ANCHE: I fatti di Piacenza non infanghino l’Arma: in un anno mille Carabinieri feriti
LEGGI ANCHE:
Carabinieri arrestati, indagini partite dalla segnalazione di un Maggiore 
LEGGI ANCHE: Carabinieri Piacenza, intercettazioni: “uno se l’è fatta addosso, nel senso proprio addosso”
LEGGI ANCHE: Arresto Carabinieri, il duro comunicato dell’Arma: “sospensione dall’impiego e rigoroso provvedimento disciplinare”
LEGGI ANCHE: Carabinieri arrestati: “hanno disonorato la divisa, l’Arma ma non se lo merita e neanche la città di Piacenza”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche