Ladre rom borseggiavano passeggeri e turisti ignari: prese in 17 e 13 erano donne incinte

Nomadi borseggiatrici, a Milano, per il Salone del Mobile. La Polizia, che ha intensificato i servizi di vigilanza sulla metropolitana, ne ha bloccate 17 tutte insieme ad Amendola-Fiera dopo un borseggio a una cinese, scoprendo che 13 sono incinte. Una 17enne è stata arrestata, mentre due complici, entrambe in stato di gravidanza, denunciate.

L’allarme, scrive Simona Romanò su Leggo, è scattato alle 8 del mattino, quando i viaggiatori hanno segnalato sulla linea rossa la presenza di alcune donne, tutte ben vestite per non destare sospetti, che avvicinavano i malcapitati per derubarli. Gli uomini della Polmetro, osservando in tempo reale i filmati del sistema di videosorveglianza delle metropolitane, hanno avvistato l’esercito di ladre.

“Quando gli agenti sono intervenuti le borseggiatrici avevano appena preso di mira una cinese di 36 anni, salita a Pagano. La tattica utilizzata per il colpo è quello classico: in tre l’hanno circondata strattonandola per camuffare il raid e aprendole contemporaneamente la borsetta da cui hanno preso il portafoglio con mille euro.  Il trio ha poi cercato di allontanarsi, ma una di loro è stata trattenuta dalla rapinata, mentre una passeggera ha lanciato l’allarme. Gli agenti hanno fermato le tre, mentre altre 14 sono state bloccate nel mezzanino. L’autrice della rapina, 17 anni, è stata portata al Beccaria, mentre le due complici, di 32 e 20 anni, entrambe incinte, sono state denunciate. Un’altra rom bosniaca, di 18 anni, con precedenti, è stata invece arrestata per furto aggravato dai carabinieri nel mezzanino della Stazione Centrale: aveva tentato di borseggiare un cittadino di Singapore, che però l’ha placcata.”

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate

Potrebbero interessarti anche