Condividi

“Rubo perché sono ludopatico, non riesco a smettere”, sono state queste le parole rivolte ai militari che lo hanno arrestato.

IVREA – Protagonista un uomo di 65 anni di Torino sorpreso mentre tentava di forzare con chiavi e palanchino la porta di ingresso di un appartamento a Ivrea. Il 65enne si trovava assieme a un complice che però è riuscito a fuggire ed è al momento ricercato.

E’ accaduto intorno all’ora di pranzo nella giornata di ieri: a sorprendere i due è stato un assistente capo della Polizia che rientrando a casa, libero dal servizio, ha notato due individui.

Dopo essersi qualificato, il poliziotto è stato spinto a terra dai due malviventi, prima della fuga.

Uno dei due e’ riuscito a dileguarsi per le scale, il 65enne invece e’ stato bloccato dall’agente che ha poi richiesto l’intervento dei carabinieri.

Una volta in caserma ha ha provato a giustificarsi: “Ho un lavoro onesto ma non basta a pagare i debiti di gioco, se non rubo non ho abbastanza soldi per le scommesse”.

Il 65enne ha però una lunga lista di precedenti, il gip ha disposto per l’uomo la misura cautelare in carcere.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteCarabiniere ucciso, nei servizi in borghese gli agenti sono "costretti" a girare disarmati: questa foto dimostra perchè
Prossimo articoloFrancia, grida "Allah Akbar" e poi accoltella donna davanti all'asilo