Condividi

Vendevano frutta e verdura nei paesi del Ciriacese e delle Valli di Lanzo senza nessuna autorizzazione: per questo sono finiti nei guai un 28enne e un 22enne campani di Afragola scoperti dai carabinieri di Lanzo a bordo di due furgoni stipati di derrate alimentari. I militari, coordinati dal maresciallo Giulio Perotti, hanno sequestrato tutte le 120 cassette di frutta e verdura – per un valore complessivo di circa 1800 euro – che hanno poi consegnato ai centri Caritas di Lanzo e di Traves. Ai due abusivi sono state pure contestate delle violazioni amministrative per oltre 10 mila euro.

L’OPERAZIONE

L’operazione dei militari di Lanzo, coadiuvati dai colleghi di Ceres e Fiano impegnati in un servizio coordinato finalizzato prevenzione truffe ai danni degli anziani, è scattata in seguito ad alcune segnalazioni di cittadini, insospettiti da dei furgoni Doblò che giravano per i comuni proponendo le casse di frutta e verdura. Gli investigatori sono subito intervenuti e sono riusciti a bloccare due Doblò (che sono poi stati sequestrati ai fini della confisca) in via Roma a Lanzo e in via Torino a Mathi. Altri mezzi, però, sono riusciti a far perdere le tracce.

Secondo gli inquirenti i due ragazzi fermati e controllati farebbero parte di una rete molto più ampia di venditori abusivi di frutta e verdura che arriva dalla Campania.
E, sovente riporta la Stampa, è di pessima qualità se non addirittura marcia.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteSpagna, bambino di 2 anni cade in un pozzo: si tenta il recupero
Prossimo articoloRussia, fa bere vodka al figlio di 8 mesi che poi muore: "Volevo solo farlo addormentare"