Condividi

Il dramma di una ragazza di 19 anni. Non ha superato gli esami e ha perso l’anno accademico all”università. Lo racconta il quotidiano Leggo

Obbligata a pagare nuovamente la rata per l’iscrizione all’anno perso, la giovane non aveva abbastanza soldi e non ha retto alle difficoltà che le si sono presentate.

Lara Calthrop ha scelto così di togliersi la vita. La ha fatto in una stazione ferroviaria a Hildenborough, nel Kent, poco dopo aver chiamato il papà dicendogli che stava tornando a casa, a Londra.

L’uomo ha percepito lo stato d’animo della figlia, ha provato a richiamarla ma non ha ricevuto risposta.

Così ha deciso di correre alla stazione ma, al suo arrivo, ha ricevuto la notizia che non avrebbe mai voluto sentire. Lara era già morta.

La giovane studiava alla Queen Mary’s University di Londra. “Le parlavamo quotidianamente – raccontano i genitori devastati dalla perdita – e ora abbiamo il cuore spezzato perché non si è mai aperta con noi con le difficoltà che stava affrontando”.

 

 

“Per noi, quei problemi erano tutti risolvibili – proseguono – ma una diciannovenne non sempre razionalizza allo stesso modo degli adulti.

Ciò che Lara ci ha insegnato, essendo la nostra primogenita, è che esiste una cosa come l’amore incondizionato e avremmo cercato di aiutarla, qualsiasi cosa essa fosse”. La polizia ha aperto un’inchiesta per far luce sulla dinamica e le cause della morte di Lara

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteLutto nella Polizia Penitenziaria, il Sovrintendente Capo Francesco Esposito non ce l'ha fatta
Prossimo articoloLa madre del parà ucciso in guerra: "Così Salvini ha dato un senso alla sua morte"