Condividi

droga1Bimbi lasciati al parco giochi e genitori che intanto acquistano la droga. Piazza Giovanni XXIII, San Felice a Cancello: compravano hashish e cocaina, mentre i piccoli erano sulle altalene e i dondoli della piazzetta, i genitori che sono stati segnalati all’autorità a margine dell’operazione dei carabinieri del comando provinciale di Caserta (diretta dal colonnello Giancarlo Scafuri). Il blitz ha sgominato una banda di pusher attiva nell’area di confine tra il Casertano, il Beneventano, l’Avellinese e la zona nolana.

Due mesi di indagini, dal marzo 2014 al maggio dello stesso anno, hanno documentato 600 casi di cessioni accertate di hashish e cocaina. Il giro d’affari fruttava 5mila euro al giorno.

In manette sono finite dieci persone, sette italiani e tre marocchini. L’operazione è opera dei militari della compagnia di Maddaloni, diretti dal capitano Pasquale Puca. In particolare, le indagini coordinate dal pm Antimafia Annamaria Lucchetta, hanno visto al lavoro i carabinieri del Norm del tenente Luca D’Alessandro per circa due mesi. Le indagini si sono avvalse di una serie di immagini registrate da una telecamera nascosta nella piazza usata come “base” del gruppo di spacciatori. Per otto persone è scattata la custodia cautelare in carcere, mentre in due sono finite ai domiciliari. Rispondono di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga.

Questi i nomi: Antonio Tramontano, Enzo Tramontano, Luigi De Lucia, Paolo Houssari, Youssef Houssari, Antonio Palladino, Raffaele Piccirillo, Francesco Russo, Sergio Tardi.

Fonte: Il Messaggero
14/3/2016

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedentePOLIZIOTTI ALLO STREMO: E' FUGA DALLE VOLANTI, BOOM DI RICHIESTE DI TRASFERIMENTO
Prossimo articoloECCO QUANTO COSTANO I CAPPELLANI MILITARI AL CONTRIBUENTE ITALIANO. LI PAGHI LA CHIESA!