Condividi

L'azienda innesta un microchip ai suoi dipendenti per contrastare l'assenteismo
Un modo pratico, anche se un po’ estremo, per contrastere l’assenteismo? Ce lo mostra questa azienda di Stoccolma, l’Epicenter.

I capi dell’azienda, che lavora nel settore dell’high tech, hanno deciso di innestare un microchip a tutti i loro dipendenti, inserendolo tra pollici e indice: serve per aprire le porte, pagare il caffè al bar, fotocopiare i documenti. Logicamente i dipendenti non sono obbligati ad installarlo. Il chip è grande come un chicco di riso e permette un’identificazione a radiofrequenza.

“Oggi è tutto un po’ caotico, abbiamo bisogno di PIN e password – non sarebbe più facile toccare tutto semplicemente con una mano – ha spiegato HannesSjoblad, a capo della società svedese BioNyfiken, che ha impiantato i chip ai dipendenti dell’Epicenter– Vogliamo comprendere a fondo questa tecnologia prima che grandi aziende e governi vengano da noi e ci dicano che tutti dovrebbero essere chippati – il chip dell’ufficio delle imposte, il chip di Google e il chip di Facebook”.

3 Febbraio 2015

(fonte IlMattino)

A.P.

Ricevi gratuitamente e direttamente sulla tua casella di posta elettronica aggiornamenti sul mondo delle Forze dell’Ordine, Video, Consigli e info su Concorsi nelle Forze Armate
Potrebbero interessarti anche
Articolo precedenteIl difficile processo di pace in Sud Sudan
Prossimo articoloIl Messaggio integrale del Presidente Mattarella alla Nazione